Le gare degli Internazionali Velocità a Magione

Dopo due giornate nelle quali nonostante le pessimistiche previsioni meteo, la pioggia aveva risparmiato l’Autodromo dell’Umbria, oggi purtroppo la pista di Magione è stata sempre bagnata, rendendo difficile il compito non solo dei piloti e dei loro tecnici, ma anche all’organizzazione del Moto Club Spoleto, che si è però come sempre dimostrata all’altezza della situazione. Proprio a causa delle avverse condizioni meteo, il programma è stato rivisto ed alcune categorie sono state accorpate nella stessa gara.

La giornata ha avuto inizio con il secondo ed ultimo turno di qualifiche delle categorie Amatori 1000 e 600 e della Monster Cup. Essendosi corse sotto una pioggia battente, le tre sessioni non hanno modificato la classifica cumulativa e di conseguenza la pole position è stata conquistata da Francesco Bigione nella 1000, da Salvatore Corvo nella 600 e da Marco Mancuso nella Monster Cup.

La prima gara in programma è stata quella che ha accorpato MiniGP, Ohvale 160 e 190 ed è vissuta sul duello tra Daniel Da Lio e Mattia Martella, entrambi su Ohvale 190. Da Lio ha preceduto Martella di soli 85 millesimi di secondo, dopo che i due si erano scambiati varie volte la leadership della corsa. Nella MiniGP la vittoria è andata ad  Andrea Baiamonte, che ha preceduto una bravissima Arianna Barale. Cristian D’Arlian si è invece imposto nella Ohvale 160.

La gara successiva è stata quella della Monster Cup, che ha visto al via sedici piloti, i quali si sono dati battaglia nonostante le condizioni meteo fossero davvero critiche, a causa della forte pioggia. Velocissimo al via, Davide La Commare è balzato subito al comando, girando su tempi che nessuno dei suoi avversari è riuscito a replicare. Il suo vantaggio è aumentato sino allo sventolare della bandiera a scacchi, mentre alle sue spalle la lotta per il secondo posto ha visto prevalere Giovanni Mancuso su Marcello Bartolotta. Rosario Granata e Samuele Marino hanno completato la top five.

La gara della 600 SSP (cat.Riders) si è risolta in un assolo di Alessio Velini, che sul circuito di casa ha fatto valere le sue doti di guida sul bagnato, dominando dal primo all’ultimo giro.

Seconda posizione per Giulio Mattia Balella, che ha avuto la meglio per pochi decimi di secondo su Alex Malena.

Bella e combattuta la gara della 1000 SBK (cat. Riders) vinta da Stefano Bonetti, che si è così dimostrato velocissimo anche in pista e non solo nelle road races, che sono le sue gare preferite. Bonetti ha preceduto Maurizio Bottalico e l’esperto Sebastiano Zerbo, che può vantare tra le sue numerose vittorie passate anche quella di campione brasiliano Superbike.

Nella categoria Amatori la prima gara è stata quella della 600, che ha visto la vittoria di  Domenico Di Marco, che ha dovuto lottare sino al traguardo per vincere la resistenza di un coriaceo Federico Cesari, che ha ceduto per soli tre decimi di secondo. Terza posizione per Lorenzo Vella.

L’ultima gara è stata quella della 1000 Amatori, che è andata a Leonardo Angiolini, che solo nel finale, dopo un entusiasmante rimonta, ha avuto la meglio nei confronti di Francesco Bigione. Fabio Tedesco ha concluso al terzo posto.

Si è così conclusa questa edizione degli Internazionali Velocità, caratterizzata da errate previsioni meteo, che si sono avverate solo nella giornata di domenica, quando la pioggia ha bagnato la pista di Magione, senza però impedire un regolare svolgimento delle gare, che sono state combattute ed avvincenti.

Il Moto Club Spoleto da quindi appuntamento a tutti gli appassionati di motociclismo al  prossimo anno, sempre all’autodromo dell’Umbria di Magione, per quella che sarà la quarta edizione degli Internazionali Velocità.